Arrivederci Vincenzo

Vincenzo Cerami (1940 - 2013)
Vincenzo Cerami (1940 – 2013)

Arrivederci Vincenzo, grazie per averci ricordato, una volta di più, quanto siano piccoli gli uomini e quanto sia bella la vita.

si girava e rigirava sotto le lenzuola nella vaghezza, a metà strada tra il sonno e i pensieri importanti, nel terrore che gli aveva preceduto sempre ogni importante vigilia, con la medesima apprensione di quando, ragazzino, la notte della befana, per la voglia di vedere al più presto l’alba non riusciva a decollare verso i veri sogni, quelli sani di uno spirito libero. Aveva paura di sognare, di vedere magari dentro gli occhi chiusi il cane che scavava sulla fossa dell’assassino“. (da “Un borghese piccolo piccolo“, 1976)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...