In libreria: “Dente di cane” di Ciro Vittorio Formisano

Ciro Vittorio Formisano
Ciro Vittorio Formisano

Ciro Vittorio Formisano possiede la poesia in maniera così totale che, leggendo Dente di cane, hai l’impressione di trovartelo abbracciato ad ogni testo a snocciolarti, col suo sfrontato sorriso da scugnizzo, i fondamentali della sua poesia e di se stesso, all’unisono, perché in Formisano libro ed autore, poesia e vita, coincidono perfettamente. E te lo sbatte pure in faccia: «non vivo se / non vivo così». E non scrivi se non scrivi così, mi azzardo ad inventare, chiedendomi poi se di azzardo vero si tratti, parlando di una poesia che apparentemente è tutta un azzardo, tanto profonda e sorprendente quanto libera e indipendente, abituata ad accumulare registri differenti, «il vino, il divino», e a contenerli tutti, legandoli in nodi che solo la morte saprà sciogliere: «non resiste al tempo / come le cime delle navi, / si sfilaccia e poi un bel / giorno si spezza fra le mani». La vita, chiaramente. E qui il pensiero mi porta dentedicanelontano, ben oltre i nostri confini nazionali, alla barbara tenerezza di Bohumil Hrabal; ritrovo in Formisano lo stesso disperato ardore: «amo la vita, / prego la vita, / impreco la vita / cento, mille volte / al giorno». Questo se proprio voglio provare a rintracciare un precedente per una poesia che, altrimenti, sfugge a qualsiasi scuola e per la quale, da sempre, «non c’erano maestri, non c’erano modelli». Dente di cane, con ogni probabilità il miglior Formisano, è un libro per chi ama la poesia e, di conseguenza, per chi ama la vita. O per “folli”, per dirla con il suo autore, dove per “folle” s’intende chi sa che «la vera poesia, quando la leggi, / è come un orgasmo, è come / quando una donna, la tua donna, / ti dice: vienimi dentro». E gli altri? Formisano è fin troppo chiaro: «conosco i miei polli, / ci parlo animatamente, / ma è come / parlare coi polli».

Cesare Oddera

_________________________________________

Tre poesie da Dente di cane:

*

Scrivo Dente di Cane
e tu pensi al dente del cane.
Massimo arrivi a pensare
ad un fiore.

Scrivo Dente di Cane
e penso al tagliente balano
sulla parte sommersa
delle navi, sugli scogli,
sulle palafitte.

Stare lì a fottermene del mondo,
a farmi trasportare lontano
dal mondo,
a fottere uomini e donne
e non avere porto,
non avere famiglia,
non avere presente,
non avere ingiustizie,
non avere omertà,
non avere capoufficio.

Scrivo Dente di Cane,
– il parassita delle carene –
leggo Dente di Cane,
– l’insignificante –
penso Dente di Cane…
sono l’invisibile Dente di Cane.

*

Fumano le luci dell’ILVA,
di getto la mania di lottare
getta la lotta nel cesso!

E la vita se ne va leggera
nello smog a pesare
su altre vite piene di sentimento.

Suonano le luci dell’ILVA
una taranta che suona così:
far soldi – far soldi – far soldi!
Me ne fotto del prossimo,
odio il prossimo mio
come me stesso.
Far soldi – far soldi – far soldi!
Fotto il prossimo mio
come me stesso.

Fumano le luci dell’ILVA,
un giro nel sangue,
giostra impazzita;
finché c’è sangue
c’è denaro.
Finché c’è fame
c’è profitto.
Finché c’è prossimo
c’è paura.

Suonano le luci dell’ILVA
e fanno più paura del suono
delle campane a morte!

*

Ad Anastasia

E ora che dormi
a te mi
acciambello.
Può essere
solo naturale
l’amore,
senza soste, e
senza divieti
alla felicità.
E mentre tu dormi
io fumo, guardo
passare la tua notte
per fermarmi
addormentato
sulle tue palpebre
sull’attimo prima
che la realtà ritorni.

_________________________________________

dentedicane

Ciro Vittorio Formisano
Dente di cane
ISBN 978-88-98572-03-8
Matisklo Edizioni, luglio 2013
2,99 euro

Annunci

2 pensieri su “In libreria: “Dente di cane” di Ciro Vittorio Formisano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...