A settembre in libreria: “Per un’ora di nuoto” di Laura Salvai

La copertina firmata Francesca Leoncini
La copertina firmata Francesca Leoncini

Anna ha dieci anni ed è magrissima e piatta come la Pianura Padana. A nuotare è una frana, le riesce bene solo uno stile di sua invenzione, la “rana imperfetta”,  ma lo deve fare per correggere un difetto alla schiena. Carmela, cicciottella e con già un accenno di seno, ha imparato in mare, è bravissima e sogna di poter passare al livello agonistico. Si conoscono alla piscina delle suore e, dopo un’iniziale diffidenza, diventano amiche. Ma c’è un problema: Carmela è una napula e, nel Piemonte del 1971, i napuli (tutti coloro che sono nati a sud del Po) sono fagnan che non hanno voglia di lavorare. Quello di Laura Salvai è un Piemonte sospeso fra contestazione giovanile e conservatorismo cattolico, fra i pantaloni a zampa e i misteri del rosario. Su tutto troneggia l’icona di Laura Vicuña, la martire tredicenne con la quale Anna divide un terribile segreto.
Prima parte della “Trilogia di Anna Morra”, Per un’ora di nuoto è un opera appassionata e profonda che, come bene scrive Andreas Ruiz Peralta, meglio fa i conti con il nord Italia dell’immigrazione dei molti saggi che si sono susseguiti negli anni: «Non so se, per godere al meglio il romanzo di Laura Salvai, sia necessario conoscere l’Italia di quegli anni; quel che so è che, per compredere a pieno quell’Italia, Per un’ora di nuoto è fondamentale, perché te la fa vedere attraverso gli occhi di una ragazza sveglia che tutto e tutti mettono in discussione».

Cesare Oddera

Laura Salvai
Laura Salvai

Laura Salvai (1962) vive a Torino e lavora da oltre vent’anni come editor freelance. Su questa esperienza ha scritto L’editing, il laboratorio del libro (Alkemia Books, 2013). Fa parte del collettivo poetico Incontroverso, che si ritrova ogni martedì nel quartiere torinese di San Salvario. Ha scritto tre romanzi e una serie di racconti incentrati sul personaggio di Anna Morra, figlia primogenita di una famiglia numerosa e cattolica che assiste alla trasformazione del Nord-ovest agricolo in cintura industriale, fino agli anni del declino innescato dalla crisi Fiat degli anni Ottanta. Per un’ora di nuoto è il primo romanzo della trilogia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...