ePub, Mobi, PDF… ma che significa?

images

E’ difficile non rendersi conto che, parlando di libri elettronici, spesso capita di utilizzare sigle e/o abbreviazioni il cui significato non è sempre ben chiaro a tutti, soprattutto a coloro che si avvicinano per la prima volta (e sono tanti) al mondo dell’eBook.

Ecco quindi un breve dizionario, rigorosamente in ordine non alfabetico, dei termini strani più utilizzati.

eBook

Quando si inizia, è sempre meglio farlo dall’inizio. Per con il termine eBook si intende un libro elettronico (Electronic Book), cioè un libro che invece di essere fatto di carta è fatto per essere letto su un dispositivo elettronico, sia esso un computer o un eBook reader o un tablet o qualche altra diavoleria tecnologica. L’Oxford Dictionary of English lo definisce come “la versione elettronica di un libro a stampa”, ma esistono eBook di libri che non esistono nel formato cartaceo (quelli di Matisklo Edizioni sono tutti ottimi esempi).

ePub

E’ uno dei “formati” nei quali può essere realizzato un eBook. Il formato ePub, nello specifico, è un formato “fluido”: ciò significa che l’impaginazione di un libro in questo formato cambierà a seconda del dispositivo usato per leggerlo, adattandosi alle dimensioni dello schermo, e il lettore può scegliere di ingrandire/rimpicciolire i caratteri, cambiarne il colore, cambiare il colore dello sfondo e altre cose così. Insomma, il formato ePub permette al lettore di personalizzare la pagina, in modo da adattarla alle proprie esigenze di lettura. Per leggere libri in formato ePub sul proprio computer è necessario un programma apposito, fortunatamente ce ne sono parecchi gratuiti come ad esempio questo qui.

Mobi

Il formato Mobi è, come l’ePub, un formato “fluido” per realizzare eBook. E’ il formato utilizzato dal lettore Kindle di Amazon, quindi la sua enorme diffusione è dovuta principalmente all’enorme diffusione del Kindle, le differenze con il formato ePub sono infatti assolutamente marginali.

PDF

Il formato PDF nasce come formato per la stampa di documenti, si diffonde inizialmente anche per la pubblicazione di libri elettronici anche se ha qualche svantaggio: l’impaginazione di un libro in formato PDF è infatti “fissa”, non è quindi possibile modificare la dimensione dei caratteri, il colore, lo sfondo etc. e questo può portare a difficoltà di lettura su dispositivi con lo schermo molto piccolo, come alcuni telefonini e tablet. Essendo comunque un formato molto diffuso anche prima del “boom” degli eBook, resta un formato molto diffuso anche oggi.

ebook

Per quanto riguarda i diversi formati di eBook, almeno i tre più diffusi, per oggi abbiamo finito. Prossimamente parleremo di eBook reader, cioè dei dispositivi per leggere eBook come se si stesse leggendo un libro di carta, senza affaticare gli occhi come succede con lo schermo di un computer. Se ci sono dubbi, domande, richieste di chiarimenti lasciate pure un commento, il nostro “team di esperti” (composto da ben due persone) sarà felice di rispondervi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...