Una nuova “cometa” in arrivo

Torna Sotto notti altissime di stelle di Francesco Macciò in un’edizione digitale targata Matisklo Edizioni

L’autunno si sa è tempo di poesia. L’atmosfera è quella giusta, giorni di malinconia e ripensamento, ma anche una stretta al cuore che molti amano, alla quale non rinuncerebbero facilmente proprio perché figlia della consapevolezza, antica ma ogni volta nuova, dell’essere parte di un ciclo. Così, dopo un settembre all’insegna delle “Vertigini” della narrativa, ottobre sarà dedicato alla poesia e alla nostra collana “Comete“, che si arricchirà dell’opera di una delle voci più importanti della poesia italiana contemporanea.

Francesco Macciò a Trieste, ospite dell'Associazione "Poesia e Solidarietà" il 25 febbraio 2012
Francesco Macciò a Trieste, ospite dell’Associazione “Poesia e Solidarietà” il 25 febbraio 2012

Francesco Macciò è nato a Torriglia, in provincia di Genova, nel 1954. Ha pubblicato i libri di poesie: L’ombra che intorno riunisce le cose (Lecce, Manni, 2008) e Abitare l’attesa (Milano, La Vita Felice, 2011). Con l’eteronimo di Giacomo di Witzell, ha pubblicato il romanzo Come dentro la notte, (Lecce, Manni, 2006). È presente in raccolte antologiche, tra le quali Altramarea, poesia come cosa Viva  (a cura di A. Tonelli, Pasian di Prato, Campanotto, 2006); Voci di Liguria (a cura di R. Bertoni e R. Bugliani, Lecce, Manni, 2007); Nottetempo – una antologia (Milano, Edizioni di Latta, 2007); I poeti del Lerici Pea (Novara, Interlinea, 2006); Dolce natura, almeno tu non menti (a cura di M. Delpiano, Pieve al Toppo, Zona, 2009); Le avventure della Bellezza (a cura di T. Kemeny, Milano, Arcipelago, 2009). Un suo racconto intitolato Trieste, notte è stato pubblicato ne “il Giornale”, 7 novembre 2004, nella rassegna “L’Italia raccontata dagli scrittori”. Ancora ne “il Giornale”, 27 marzo 2005, è stata presentata, a cura di E. Bonessio di Terzet, una sua poesia d’ambiente genovese, cha ha per titolo Vico degli Indoratori. Altri suoi testi sono stati pubblicati in varie riviste, tra cui “Resine, “Tratti”, “La clessidra”, “La Mosca di Milano”, “La Battana”, dove è apparsa la lunga Suite intitolata Percezioni dell’anima (ora anche in “L’immaginazione), “Le Acque di Ermes/ The Waters of Hermes” (testiarenzano variazioni sui corpi e su una rosa anche nella versione inglese di Catherine O’Brien). Alcune sue poesie, tradotte in tedesco da Antonio Staude, sono state pubblicate in Germania, in “Matrix”. In “Matrix” è apparso anche un suo intervento di poetica: Erinnerung an eine Gabe: Stimmen, die etwas in Bewegung setzen Lo stesso Staude ha curato la traduzione in tedesco con testo a fronte di alcuni suoi testi inseriti nel saggio Per una critica poetica mediata dalla traduzione: cifre di mito, rito, memoria ed antico in testi poetici a confronto di Giuseppe Conte, Francesco Macciò e Angelo Tonelli, in “Traduzione tradizione”, Milano, 2007. Ha curato il libro di studi su Giorgio Caproni Queste nostre zone montane (con una introduzione di Giovanni Giudici, Genova, La Quercia Edizioni, 1995).  Ha scritto contributi scientifici e di carattere didattico, tra cui: Abendempfindung, in Per Giorgio Caproni (a cura di G. Devoto e S. Verdino, Genova, San Marco dei Giustiniani, 1997); La terra e la morte in Cesare Pavese, in “La Mosca di Milano”; In taberna quando sumus, in “Silvae di latina didaxis; Cinque Odi di Orazio e una nota di traduzione, in “Silvae di latina didaxis”. Una sua traduzione di Song, di Christina Rossetti, è in “Traduzione tradizione”, quaderno internazionale di traduzione poetica, (Milano, Nuove scritture, 2007). Ha partecipato a numerosi festival di poesia in Italia e all’estero, tra i quali “Una notte italiana”, Heidelberg, “Altãntica”, Pisa, “Festival internazionale di Poesia”, Genova.

index
Copertina della prima edizione, La Spezia, Agorà, 2003

Di Francesco Macciò Matisklo Edizioni curerà la nuova edizione di Sotto notti altissime di stelle, la raccolta poetica pubblicata per la prima volta a La Spezia, per i tipi di Agorà, nel 2003.

L’opera, segnalata in “Annali d’Italianistica” (University of North Carolina, vol. 23, dicembre 2005), manterrà il bel saggio introduttivo di Luigi Surdich ma tornerà in una veste digitale tutta nuova, corredata dall’introduzione di Mirko Servetti e dalla copertina di Luca Moisio Corsello.

L’eBook uscirà a giorni, per cui state connessi e scaldate gli eReader!

Annunci

2 pensieri su “Una nuova “cometa” in arrivo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...