Sanremo, Hollywood, Fantozzi e Sorrentino.

La_grande_bellezzaGiusto un paio di settimane fa, eravamo a Torino per l’evento/presentazione del libro di Laura nonché in pieno Festival di Sanremo (essendo oltretutto direttamente interessati per via della partecipazione di Zibba), chiacchierando del secondo fuori dalla libreria dove si teneva il primo, mi sono reso conto di una cosa: Sanremo lo si può amare o odiare, puoi seguirlo con attenzione o ostentare la massima indifferenza possibile, ma non puoi fare a meno – una volta l’anno – di farci i conti.

Lo stesso credo che valga, forse in misura ancora maggiore, per gli Oscar. Soprattutto quando a vincerne uno è un film italiano.

Ognuno la può pensare come vuole su “La grande bellezza”, non serve essere critici cinematografici o registi per poter esprimere la propria opinione (così come non serve essere degli scrittori per dire la propria su un libro, o musicisti per avere un proprio gusto musicale), ci mancherebbe altro. Se non fosse così non avrebbe senso “pubblicare” film, libri o dischi: tanto varrebbe usufruirne “tra pari” e lasciare fuori il pubblico. Fortunatamente non è così, fortunatamente siamo tutti quanti (chi più chi meno) entità pensanti in grado di farci un’idea (chi più chi meno) del mondo che ci sta attorno.

Fatta questa premessa, vorrei dire la mia – da semplice spettatore, ma già che ci siamo anche un po’ da editore, visto che questo sono e a questo titolo scrivo su questo blog – relativamente al film di Sorrentino.

Devo ammettere che, all’inizio della visione, l’ho trovato pretestuoso, presuntuoso, addirittura palloso. Perché, mi chiedevo, tanto spreco di mezzi per girare una roba priva di senso, raffazzonata come trama e come situazioni, stereotipata, schizofrenica? Perché? Perché Toni Servillo ha per tutto il film due espressioni, ed entrambe sembrano causate dal disagio dovuto a una taglia di giacca sbagliata? Perché???

Mi è venuta in mente la scena de “Il secondo tragico Fantozzi” in cui tutti i dipendenti sono costretti ad assistere alla proiezione di un improbabile film, e solo Fantozzi stesso alla fine della proiezione ha il coraggio di alzarsi in piedi e dire quello che tutti in quel momento stanno pensando, prendendosi una delle poche rivalse della sua carriera (non sono stato l’unico ad abbinare “La grande bellezza” a “La Corazzata Kotiomkin”, vedasi questo video qui).

La sensazione, fastidiosa e mortificante, era quella di essere preso per i fondelli. Poi, all’improvviso, ho realizzato: e se fosse – a livello di ipotesi mia, non sono di certo un critico cinematografico (né vorrei esserlo) – che quella presa per i fondelli è non solo voluta, ma il senso stesso di un film altrimenti privo di qualsiasi senso? Se davvero Sorrentino avesse deciso di girare un film che prende in giro non solo gli spettatori, ma il cinema stesso? Aggiungendoci, per buona misura, un po’ tutte le arti? Una roba un po’ alla “La montagna sacra” di Jodorowsky, ma con più malizia? Insomma, se lo scopo di Sorrentino non fosse stato quello di girare un film d’arte ma una parodia di film d’arte, per poi ridacchiare di nascosto di tutto il dibattito sul “montaggio analoggico” e la “fotografia sublime” e menate del genere?

Se fosse vero troverebbero risposta un sacco di “Perché”, anche quel “Vatteneaff***” di Toni Servillo allo speaker di RAINews24 di qualche tempo fa, anche le giacche assurde di Jep Gambardella e il suo sparare perle di saggezza ad minchiam. Avrebbe un senso il fatto che “La grande bellezza” sia, come direbbe Fantozzi, “una cagata pazzesca”: Paolo Villaggio in quella scena mostra la rivalsa del “borghese piccolo piccolo” di fronte all’atteggiamento intellettuale snob, usando come “pretesto” un film inventato. Sorrentino va oltre. Gira quel film. Lo porta agli Oscar, e vince pure. Per mostrarci quanto, noialtri qui in sala, siamo tutti quanti un po’ Fantozzi. O forse Guidobaldo Maria Riccardelli.

Francesco Vico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...