In libreria: “Il verso dei Lupi”

coverRoberto Keller Veirana,
Carlo di Francescantonio

IL VERSO DEI LUPI

Illustrazione di copertina di Virginia Ravella

ISBN: 978-88-98572-18-2

Matisklo Edizioni, maggio 2014

“Comete” collana di poesia

Acquista
Leggi di più
Scarica l’anteprima gratuita


Disponibile da oggi nelle principali librerie on-line “Il verso dei Lupi“, raccolta poetica a due voci di Roberto Keller Veirana e Carlo di Francescantonio.

Ho conosciuto Roberto anni fa, frequentando gli stessi locali, lui in veste di dj ed io come cliente molesto; con Carlo ho avuto lunghe conversazioni telefoniche su poesia, editoria, conti correnti ed altri argomenti serissimi. Si tratta di due persone estremamente differenti ma entrambe a mio avviso geniali, di quella genialità spesso guardata con un misto di timore e di disprezzo da chi si ritiene (a torto o a ragione) una persona “perfettamente normale”.

Due persone diverse, due stili differenti (più istrionico uno, più intimista l’altro). E allora perché un libro assieme? Questa è la domanda che ho rivolto a Carlo quando ho ricevuto il manoscritto dei “Lupi”, la sua risposta mi ha convinto a seguire la strada della pubblicazione “a due voci”: “Perché siamo amici da anni, e da anni ci diciamo che prima o poi faremo qualcosa assieme, e questa ci sembrava una buona occasione”.

Nella sua apparente semplicità, questa frase nasconde il senso stesso de “Il verso dei Lupi”: quello lanciato in queste pagine dagli autori è un richiamo, un tentativo di entrare in contatto con altri esseri simili (e, tra i lupi, è proprio l’ “omega”, il più maltrattato del branco, ad avere l’ululato più melodioso). Lo scopo di queste poesie (se può esserci, in poesia, uno scopo) è quello di comunicare la propria solitudine, la propria tristezza di fronte al vuoto della vita, della morte e di tutto quello che ci sta in mezzo, di affermare il proprio disagio di fronte all’inumanità della condizione umana.

Separare queste due voci, per quanto differenti, sarebbe stato crudele. Sarebbe stato ancora più inumano. Così eccole qui, assieme.

Quello che vi chiedo, leggendo questo libro, potrebbe sembrarvi il contrario di un buon consiglio, ma forse è l’unico consiglio utile che si possa dare: fate l’esatto opposto della massima “quando il saggio indica il cielo, lo stolto guarda il dito”. Ascoltando questi versi rivolti alla luna, non lasciatevi distrarre dalla luna – che è bellissima ed indifferente – ma concentratevi su chi sta rivolgendole questo grido di disperazione. Può sembrare un grido minaccioso, e spesso lo è, ma è un grido umano. Qualcosa di caldo, di vivente.

“Homo homini lupus”, l’uomo è lupo per gli uomini, prendiamo alla lettera quest’altra massima e mettiamola in pratica: facciamo branco, lanciamoci richiami l’un l’altro attraverso gli spazi che ci separano, condividiamo le nostre disperazioni. E allora – forse – anche la luna sembrerà meno lontana, anche la notte sembrerà meno lunga.

Francesco Vico


Roberto Keller Veirana, Carlo di Francescantonio
IL VERSO DEI LUPI

Acquista
Leggi di più
Scarica l’anteprima gratuita

cover

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...