Un assaggio da “Le falene dalla luce”

lefalenedallaluce
Alessandra Molteni, Marco Nuzzo, “Le falene dalla luce”, copertina di Manuela Torterolo

Cari lettori, oggi vi proponiamo due poesie da Le falene dalla luce, la raccolta di poesie che l’autore leccese Marco Nuzzo (già collaboratore, tra l’altro, di Bibbia d’Asfalto) ha scritto insieme ad Alessandra Molteni, giovane esordiente di Como alla sua opera prima.
Uscita qualche giorno fa (se ne parla approfinditamente qui) per la collana Comete e disponibile nei tre formati canonici in tutte le librerie on-line (eccovi un elenco aggiornato) con la nota introduttiva di Mirko Servetti, la presentazione di Norman Zoia e la copertina di Manuela Torterolo, Le falene dalla luce ha già riscosso un ottimo interesse anche fra i critici più esigenti.
Non è la prima volta che Matisklo pubblica una silloge a quattro mani. Qualche mese fa è stata la volta di Il verso dei lupi, firmata da Carlo di Francescantonio e Roberto Keller Veirana, segno dell’interesse della nostra casa editrice per le collaborazioni di questo tipo.

moltenienuzzo
Alessandra Molteni e Marco Nuzzo

Ma qual è il segreto per scrivere in coppia? Diciamo che le variabili da considerare sono così tante da meritare un trattato. Anzi, se ci fosse un saggista disposto ad affrontare l’argomento, saremo ben contenti di leggerlo.
In questa sede ci limiteremo a dire, semplificando molto, che la “magia” è frutto del modo in cui le due voci (e le due anime) duettano a dovere, a dispetto delle differenze, proprio come accade nelle raccolte citate.
Nel caso della premiata ditta Nuzzo/Molteni, queste differenze, non solo generazionali (1978 lui, 1993 lei) ma anche di stile, rappresentano un valore aggiunto. Il linguaggio di Nuzzo, citato fra i neo-futuristi da Roberto Guerra, è sperimentale e ardito, a tratti barocco, più parca Molteni, misurata e intimista.
Il risultato finale è una poesia che mette al centro del discorso la condizione umana a tutto tondo, dalla sfera personale di sentimenti e affetti ad una generale riflessione sul sociale e il nostro tempo.
E adesso voce alla poesia. Godetevi questo assaggio (un’anteprima gratuita più vasta di Le falene dalla luce la trovate qui) e mordete a volontà. Buona lettura.


Legarsi al reale
(Alessandra Molteni)
In questo reale
tumulto di stenti,
ritrovo infallibile l’ideale,
rima di tanti cieli.
L’amore ormeggia,
nascosto da un sentimento consunto
da una ridda di pensieri
che come un capestro
ci tiene sottomessi
sottostare legati a noi.

Euridice
(Marco Nuzzo)
Ho purità da scurire
ed eclittiche dosi di resto
prostrate nelle alte pretese
e in ginocchio sopra ogni tuo elemento.
C’entri, come libagione sopra l’altare
ferma in ogni sapore di buio,
destata, come fossi piagato sollievo
da spartizione di fame, e di peste.
Anelo i tuoi passi, la soglia indecisa.
È ragione, è flebile,
andata l’accusa e la storia
voca agiate orazioni, odiata pastura fuori stagione,
il calco del ritorno,
la mente,
le stagioni, poi.

_______________________

POESIE TRATTE DA

lefalenedallaluce

Alessandra Molteni, Marco Nuzzo
Le falene dalla luce
Poesie
Matisklo Edizioni
Comete, collana di poesia
Prima edizione, settembre 2014
ISBN: 978-88-98572-25-0
Presentazione di Norman Zoia
Nota a margine di Mirko Servetti
Copertina di Manuela Torterolo
2,99 Euro
Acquista
Leggi di più
Scarica l’anteprima gratuita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...