In libreria l'”antiromanzo” “Il filo conduttore” di Mary Blindflowers

ilfiloconduttoreEsce oggi per la nostra collana Vertigini dedicata alla narrativa “Il filo conduttore” di Mary Blindflowers, storia di Tidelfo e della storia che sta scrivendo (già da questa seconda riga le cose sembrano farsi assai complicate, ma è solo un’impressione: si faranno davvero complicate solo un po’ più avanti).

“Antiromanzo” nella definizione dell’autrice (“Le regole, come tutte le cose del mondo, nascono, vivono la loro stagione e poi muoiono. Non esiste niente di stabile, di definitivo. I giudizi su un’opera d’arte o su un libro dipendono dall’occhio di chi guarda.“), “Il filo conduttore” è uno dei primi – pochi – esercizi narrativi in lingua italiana che trascende dalle regole auto-imposte al genere, andando a sconfinare da una parte nel copione teatrale, dall’altra in un terreno ancora poco esplorato che sta “al di là” delle forme tipiche della narrativa (romanzo e racconto) alle quali siamo storicamente abituati.

In un panorama come quello editoriale italiano, ma il discorso non vale solo per l’ambito editoriale – dove siamo fin troppo abituati ad accomodanti ripetizioni dimaryblindflowers canoni passati e a romanzi che poco o nulla dicono, pur dicendolo benissimo – pure il fatto che questo tentativo di superare le forme ormai incancrenite provenga da un’autrice sì italiana, ma che vive a Londra, è chiaro segno della necessità di rinnovamento, esperimento, gioco che sta attraversando il nostro paese. Questo antiromanzo mette bene in luce la necessità di provare a fare qualcosa di nuovo, di farlo seriamente e senza prendersi troppo sul serio. Di essere coerenti e contraddittori, sognatori e razionali, un po’ come Tidelfo. Senza troppa paura delle conseguenze, perché

«Le storie non lasciano impronte, non questa almeno, non io.»
«E se le lasciassi?»
«Tanto meglio per te, avresti gloria, fama, successo, donne, soldi! E dovresti sempre ringraziarmi, di giorno, di notte, appena sveglio, quando vai al cesso, sempre.»
«Forse hai ragione, le storie non lasciano impronte.»
«Di conseguenza neanche tu.»


ilfiloconduttoreMary Blindflowers

IL FILO CONDUTTORE
(antiromanzo)

Copertina di Veronica Sanese
Prefazione di Francesco Vico

64pp. (formato PDF)

2,99 euro

disponibile nei formati ePub, Mobi e PDF

Leggi di più
Acquista
Anteprima gratuita

Annunci

Un pensiero su “In libreria l'”antiromanzo” “Il filo conduttore” di Mary Blindflowers

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...